La magia delle erbe, rimedi naturali

NATURALMAGGIO

A maggio la natura è al massimo della sua esplosione e ci regala con grande generosità una vasta gamma di erbe e piante molto utili per il nostro benessere.

Eccone qualcuna, tra le più comuni ma anche tra le più benefiche, per un maggio all’insegna dello star bene in modo naturale:

ORTICA: come tutte le piante selvatiche e spontanee, è forte e resistente, cresce in qualsiasi luogo. E come tutte le piante dominate da Marte, è calda, bruciante (se la tocchi te ne accorgi 😁 ) ed è ricca di ferro. Grazie al suo calore, l’ortica stimola i processi  metabolici che sono utili all’eliminazione delle tossine. E’ quindi depurativa e alcalinizzante del sangue. Per questo può darti un buon supporto se hai problemi di disordini metabolici , che magari coinvolgono pancreas e fegato; se soffri di artrite, reumatismi  o gotta; se tendi ad avere problemi di ritenzione idrica.
Ottima anche in caso di astenia, affaticamento, anemia, in quanto è ricca di ferro, clorofilla, magnesio, potassio, zinco, silicio, vitamina B,C e K. Una vera fonte di energia! In particolare, aumenta i globuli rossi nel sangue e li arricchisce di emoglobina.
In ultimo stimola la circolazionemigliora quella periferica  e ripristina il corretto flusso sanguigno anche nei follicoli del cuoio capelluto, stimolando la ricrescita dei capelli.

Continua a leggere “NATURALMAGGIO”
rimedi naturali

COME SOPRAVVIVERE AI POLLINI DI MAGGIO

In questi giorni gli allergici stagionali stanno soffrendo e, se lo sei anche tu, sai bene di cosa parlo: occhi gonfi, infiammati, lacrimanti, starnuti a non finire, naso chiuso o che cola in continuazione …. Da non allergica posso comunque ben capire che ci si senta poco in forma e che le passeggiate all’aria aperta (mai desiderate come in questi tempi!) finiscano per diventare un vero incubo.

Sicuramente la Riflessologia Plantare può essere un valido modo per contrastare le allergie primaverili ma, per ottenere risultati davvero eccezionali, è fondamentale giocare d’anticipo e iniziare con le sedute a partire dall’inverno, intorno a febbraio (custodisci questo prezioso consiglio per il prossimo anno, miraccomando!). Detto questo, sottoporsi ad un ciclo di Riflessologia Plantare con tutti i sintomi da rinite allergica già in corso non è certo controindicato e, anzi, aiuterà a ridurre la loro intensità (oltre a riportare un equilibrio generale).

Esistono poi delle fantastiche piante a cui puoi affidarti (salvo allergie specifiche alle piante stesse, naturalmente!).

Quelle che consiglio più frequentemente per la loro capacità di agire nell’immediato, pur non essendo farmaci allopatici sono 3:

Perilla, una pianticella della famiglia delle Labiate tipica dei paesi asiatici. Se ne utilizza in particolare l’olio, ricco di acidi grassi insaturi, soprattutto Omega 3. La Perilla è potente contro le allergie: grazie ai flavonoidi che contiene, inibisce il rilascio di istamina, normalizzando la reazione allergica e infiammatoria, senza dare però gli effetti indesiderati degli antistaminici (la classica sonnolenza o stanchezza generalizzata). Tra l’altro, questo rimedio non solo agisce bene sulle allergie di questo specifico periodo a carico dell’apparato respiratorio ma anche su dermatiti atopiche, orticarie o su infiammazioni dell’intestino tipiche di quando si hanno intolleranze.

Piantaggine, di cui si utilizzano le foglie sia per infusi/decotti, sia per la preparazione della Tintura Madre (ti consiglio quest’ultima per un effetto più strong). Ha proprietà antinfiammatorie e antiallergiche, con una vera e propria azione antistaminica. E’ anche espettorante e decongestiona le vie aeree. Provandola, sentirai un bel sollievo!

Ribes Nero, che probabilmente – se sei allergico e pro soluzioni naturali, conoscerai già. E’ di grande aiuto perché stimola i surreni e conseguentemente la produzione di cortisolo (è noto proprio come “cortisone naturale”). Quindi è un validissimo antinfiammatorio e un buon antiallergico. Io consiglio il gemmoderivato, da assumere (ancora meglio!) anche un po’ prima, in previsione della reazione allergica acuta tipica della stagione.

Ora che hai almeno 4 possibilità per provare a contrastare la tua allergia naturalmente, non mi resta che augurarti delle belle e piacevoli passeggiate all’aria aperta 😉

La magia delle spezie

PEPE NERO, MON AMOUR…

Io amo alla follia il Pepe Nero (ma in effetti, come avrai notato se mi segui, amo in generale un po’ tutte le spezie, con la loro energia così riscaldante e corroborante!).

Oltre al suo comune uso culinario, puoi sfruttare il Pepe Nero e i suoi benefici in diversi altri modi.

Quali benefici? Quali modi?

Innanzitutto in fitoterapia, così come in cucina, si utilizzano le bacche della pianta del Pepe Nero – e questo avviene anche per gli altri tipi di Pepe – perché sono le parti più ricche del suo più importante principio attivo, la piperina (tra l’altro questa è anche la sostanza che gli conferisce il caratteristico sapore pungente e piccante).

E’ soprattutto grazie a questo meraviglioso principio attivo che il Pepe Nero può esserti utile per dimagrire o per mantenere il giusto peso: stimola il metabolismo, la termogenesi e ti aiuta quindi a bruciare più calorie. Per questo scopo il mio consiglio è di bere 2 tazze al giorno di decotto, facendo bollire 2 cucchiaini di pepe nero in grani per tazza, per una decina di minuti e poi lasciare in infusione per altri 5 minuti, coprendo. Sarà anche diuretico e depurativo.

Un buon decotto di Pepe Nero è anche portentoso per stimolare la digestione. In questo caso, se vuoi, puoi aggiungere nella fase di preparazione 2 fettine di zenzero fresco. Berlo regolarmente favorisce l’equilibrio di stomaco e intestino, favorisce l’assorbimento dei nutrienti, contrasta la formazione di gas. Se non ami troppo le tisane, puoi optare per l’estratto secco, una modalità forse più comoda e rapida – ma a mio avviso meno piacevole – per regalarti le virtù di questa spezia.

Un’altra importante proprietà del Pepe Nero che ti può essere utile è quella di tonificare e dare vitalità a corpo e spirito (non a caso rientra in una delle preparazioni ayurvediche più conosciute a questo scopo, di cui ho parlato QUI qualche tempo fa

Inoltre, questa spezia rilascia endorfine, mette di buon umore, è afrodisiaca…..e credo che utilizzarla sottoforma di Olio Essenziale sia particolarmente efficace in questo senso. Te lo dicevo QUI , dove elencavo il Pepe Nero tra alcuni Oli Essenziali adatti alla stagione autunnale.
A proposito……nel mio Workshop Online di Aromaterapia per l’Autunno, trovi altre essenze fantastiche e tante tante informazioni interessanti ed utili per la stagione! Vai a dare un’ occhiata 🙂: https://annafranchini.com/workshop-di-aromaterapia/

Alla prossima!